Almeno un pasto al giorno - Leggi la storia di Pennina e Abigail

Il .

Pennina e Abigail WA0006

Il 26 luglio in Kenya è iniziato il 1° trimestre scolastico 2021 con l’accoglienza di 114 bambini, numero destinato a salire nei prossimi giorni.
Se prima della pandemia c’era precarietà, ma un lavoro a giornata lo si poteva ancora trovare, ora tutto sembra svanito nel nulla e con il crollo

dell’economia i poveri sono sempre più poveri e i prezzi dei generi alimentari di base sono aumentati.Tutto questo ha reso difficile la vita per tantissime delle famiglie dei nostri bambini che frequentano la Nazareth school.
Pennina di 8 anni e Abigail di 4 sono due sorelline che quest’anno frequentano la Nazareth school e, come ci racconta suor Carla, vengono da una di queste famiglie in gravi difficoltà:
prima del Covid la mamma delle bimbe si dedicava alla loro educazione e a fare piccoli lavori (lavava i panni, coltivava l’orto per conto terzi) per contribuire al bilancio familiare. Il padre lavorando a giornata riusciva a malapena a pagare l’affitto, l’acqua e il cibo. Con la pandemia la famiglia di Pennina e Abigail ha iniziato ad accumulare debiti per cercare di sopravvivere, ma la situazione si è sempre più complicata. Così, il papà una mattina di fine 2020 ha deciso di andarsene da casa e di non fare più ritorno.
Le due sorelline sono arrivate alla Nazareth school tristi, cupe, non avevano la luce negli occhi che riflette la spensieratezza dei bambini, la fiducia negli adulti, l’innocenza di chi si affida perché sa che è protetto e amato.
Pennina, che come Abigail, a scuola ha l’opportunità (grazie al vostro sostegno) di mangiare tre volte al giorno, spesso chiedeva di portare a casa il cibo che “apparentemente” non voleva finire. Suor Grace, la coordinatrice della scuola, ha convocato a scuola la mamma, che le ha raccontato quanto per lei fosse stato difficile dar da mangiare alle sue figlie. Per non far sentir loro i morsi della fame, le faceva dormire fino a tardi, mangiare solo verso le tre del pomeriggio e alla sera un po’ di latte. Di più non le era possibile fare.
Pennina, la sorella maggiore, ha confessato a Suor Grace che le sue continue richieste di cibo da portare a casa erano in realtà per far mangiare anche la loro mamma, ormai molto indebolita.
Suor Grace, vedendo le loro difficoltà ma notando la loro gioia nel venire a scuola le ha incoraggiate, dicendo loro di preoccuparsi solo di studiare, di mangiare bene e sano e che la loro mamma sarebbe stata bene. Così per qualche mese hanno portato del cibo a casa anche per la mamma che in questo modo ha potuto nutrirsi e ritornare in forze.
La madre ha ritrovato la serenità e la positività che aveva perso con l’abbandono del marito e con l’aggravarsi della loro situazione familiare e ora può cercare un nuovo lavoro.
Oggi la luce negli occhi di Pennina e di Abigail ha ripreso a brillare e sua mamma è molto grata anche per questo alla Nazareth School e a tutti voi che avete sostenuto e continuate a sostenete questo progetto.

Aiutaci a far crescere i bambini sani e forti, per continuare ad andare a scuola e imparare.

con 70 euro offri colazione, pranzo e merenda a tutti i bambini per 1 giorno;
con 190 euro offri il pranzo a tutti i bambini per 1 settimana di scuola;
con 300 euro offri colazione, pranzo e merenda a tutti i bambini per 1 settimana.

puoi donare con un bonifico bancario
IBAN: IT47X0503411103000000008000 intestato a "Progetti Solidarietà Oikos Onlus"
causale: offerta liberale progetto 45/16

oppure cliccando sul bottone


Progetti Solidarietà Oikos onlus

sede: Via del Galgario, 7 - 24124 Bergamo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel. 331/8098617 - C.F. 02769760162

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy